Feeds:
Articoli
Commenti

Posts contrassegnato dai tag ‘Pian dell’Orino’

Inizia la visita alla Cantina di Jan e Caroline, silenzio e rispetto abitano il luogo, aria naturale all’interno

Finestra d'Entrata dell'Uva

In bella evidenza due bei tini tronco-conici e vasche in acciaio per la macerazione e fermentazione, ingegnosa la vasca di cemento ricavata dal profilo della scala che circonda il perimetro tondo della cantina. Il cemento…il sangiovese!

Troco-conica

Tino in cemento

In questo momento dell’anno il vino riposa in legni di medie dimensioni, al piano inferiore. Molte botti da 25 Hl, meno di 10 legni piccoli e “ingegnose” botti medie da 10 Hl

L'Area Affinamento

Molte 25 Hl

I Vini in cantina

Oltre alle  dovute differenze da annate diverse, abbiamo sperimentato come Jan giochi con le diverse marche e tostatuta dei vari legni. Splendida  prova dei futuri Brunello 2006 che giocano di eleganza senza scoprire ancora la carica e la verve che quest’annata dimostrerà nel lungo periodo, buono il rapporto frutto acidità. Le basi del Brunello 2007 indicano fin da subito un’annata grintosa, dove i tannini fanno la sua parte, ed ancora tendono a “grippare” tra le gengive. Assulutamente meravigliosa il Riserva Brunello 2006, un capolavoro di Jan, prendete i grandi brunelli che conoscete ed aggiungete calore, polpa fruttata, ed un tannino disegnato da Monaci Tibetani. Delle basi Rosso 2008 e 2009 si evidenzia una bella tensione tra acidità e frutto, maturo e solare.

Brunello 2006 Riserva in Botte da 10 Hl. Illuminazione

I Vini in Bottiglia

Straodinario il Rosso 2007 per bevibilità, durante i vari assaggi avevo sempre voglia di ritornarci. Frutto maturo da more di rovo, tannino che entra in tensione con l’acidità, estrazione  Il Brunello 2005 se pur non evidenziandosi per lunghezza mantiene un bel frutto centrale, trasformando l’esilità dovuta all’annata in sobria eleganza. Evita inoltre di evidenziare l’alcool come successo in altri assaggi durante l’Anteprima Brunello, quindi molto buono da bere.

Rosso 2007 e Brunello 2005

Proseguiamo poi, con una serie di assaggi comparati con altri produttori e diverse annate, ma questa è un altra storia…

Pian dell'Orino, Stella di Campalto, Salicutti

Caroline Pobitzer e Leonardo

Read Full Post »

Jan non ama la dizione “Vino Naturale”, “..è un prodotto culturale..” ribatte. La sua visione vede l’uomo protagonista nellla trasformazione del frutto uva ,con la sua sapienza millenaria; in natura il Vino non esiste“.

Jan e Giancarlo Cantini

Jan Hendrik Erbach conduce la fase agronomica e quella enologica, e come altri suoi colleghi ha abbracciato la Biodinamica aggiungendo un ragionamento personale, creando la filosofia complessiva di Pian dell’Orino.

Mentre discorriamo, Jan parla con calma, misurando le parole, separando le molte frasi da pause che ti permettono di “conoscere”

Il suo approccio non è “religioso”, ci spiega di non accettare una Biodinamica che sia un insieme di livelli di Fede, altresì un percorso di molta concretezza e logica, sempre all’interno di una visione culturale ed olistica dell’Azienda.

Particolare di Vigneto

 

Panoramica

Chiedendo lumi sul suo lavoro in vigna, ci stupisce subito con la presentazione di un progetto di zonazione sui propri vigneti in collaborazione con altre aziende ilcinesi, in modo da alzare il livello di conoscenza della propria vigna e la capacità di interpretazione. Adesso i suoi sforzi sono tesi a ricondurre a “guyot” le viti, in quanto il Sangiovese Ilcinese, complice questa forma di allevamento, tende a creare un grappolo maggiormente spargolo, impedendo così la formazione di muffe nel periodo prevendemmiale.

La Biodinamica consente a Jan di usufruire di un terreno più ricco, dove ricercare un uva che garantisca finezza e frutta da contrapporre a profondità e forza.

All’interno dell’Azienda dei piccoli terrazzamenti circondati da muri a secco. Sono stati costruiti, pietra su pietra, dalle mani di Jan….anche ciò è cultura!

Casetta per Uccelli, tra le Vigne

Nella seconda parte vi aspetta Caroline, ed una carrellata di degustazioni tra cantina e vecchie annate..

Read Full Post »

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.