Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Verdicchio’

1) Dare a Gori, quello che è di Gori

Nuova apertura in Piazza Pitti Firenze, Caffè Pananti.

Venerdi 23 ore 18:00

Nella splendida cornice di Piazza Pitti a Firenze un nuovo protagonista accendera le nostre serate, e si presenta alla grande con i vini di Barone Pizzini, azienda Biodinamica di franciacorta e nobili Verdicchi certificati Demeter.

Caffè della Galleria Pananti

Per l’occasione sarà presentato il nuovo spumante da uve verdicchio

A domani per il Brindisi.

Read Full Post »

Natalino Crognaletti

Se esiste un personaggio, se esiste un gran vino, e se la spontaneità passa dal primo al secondo, questo non può che avvenire nelle marche e precisamente presso la Fattoria di San Lorenzo.

Natalino Crognaletti è un personaggissimo perché ti presenta i suoi gran vini con quella semplicità che ti riporta sulla terra.Vini Naturali Roma, dopo aver bevuto il San Lorenzo 98, in anteprima il nostro amico ti dice: “Vedi come va giù bene, lo metto in solo in Magnum, sennò a tavola finisce troppo presto!” Grande, ti voglio cosi! Voglio un Vigneron ed il suo vino nell’Aia, tovaglia a quadri, e coniglio al tegame. Unico particolare: Verdicchi che  sono Capolavori! Tutte le volte che li assaggio, il  classico superiore e riserva ,  si  impadronisce di me uno stupore selvaggio che difficilmente si diluisce durante la gionata. Eh si, Natalino, i tuoi vini mi marchiano a fuoco.

Il classico, il più timido e controllato tra i due si concede in modo misurato per poi regalarti un buon ritmo acido/minerale che gioca con la dolcezza e la buona maturità dell’uva, te ne bevi un bicchiere con la stessa voglia della spuma bionda ghiacciata d’estate.

Classico Riserva 2006

Campione del mondo, non smetterò di ripetere la bonta di questo vino; un progetto di semplicità familiare e contadina contraddistingue l’approccio di Natalino al vino con dei risultati splendidi. Questo riserva 2006 figlio di una vendemmia ad ottobre inoltrato è un capolavoro di bilanciamento, alcool e acidità somigliano ad una coppia di sposi in perfetta armonia, si sostengono a vicenda sensa mai scomporsi. Infinite le sensazioni aromatiche, albicocca pesca e miele, si confrontano con un lievissimo acetone, pietra calda ed un finale dolce/agrumato da red carpet. Incredibile è il senso di solarità misurata, tutte le note sono sul filo della maturità, senza mai scadere di un millimetro, come se Natalino avesse regolato il Sole..Lo bevi, che gran vino, lo bevi, che gran vino, lo bevi, che gran vino…..

Ricordo pregiatoMagnum di San Lorenzo 91 Cena assieme a Dan Lerner, Christian Bucci, Mattia Barzaghi

Consigliabilissimo il numero 31 di Porthos!!

Read Full Post »