Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘vino biologico’

Alessandro e Simona

Di ritorno dalle anteprime, dopo la tappa a San Gimignano non potevo non soffermarmi su Podere la Castellaccia azienda biologica condotta con amore e passione da Alessandro Tofanari e Simona Orsini.  Due splendide persone che con umiltà e passione trasmettono attraverso i vini la loro interpretazione di un territorio così storico.

La loro semplicità e naturalezza nel parlare del loro lavoro è affascinante. La scelta di sceguire una metodologia biologica fin dall’inizio nasce da semplici considerazioni e pur richiedendo maggior impegno la natura li ripaga dando un prodotto di grande personalità territoriale.

54 ettari che si trovano su una splendida collina di San Gimignano di cui 8 ettari in vigneto. Alessandro e Simona coltivano le loro terre soprattutto a vite, cereali e olivo nel rispetto dell’ambiente con concimazioni e trattamenti biologici, affermando che un terreno più vivo produce un frutto più ricco di sostanze salutari e i loro prodotti sono proprio lo specchio della loro filosofia. Certo ammettono di essere stati fortunati perché la conformazione e il clima ha creato un ambiente favorevole alla vite garantendole un equilibrio vegeto produttivo spontaneo ed autonomo.

Questa è sicuramente un’azienda da non farsi scappare, consiglio di assaggiare la loro Vernaccia di San Gimignano 2009 e la Vernaccia Murice 2008 tutte e due 100% Vernaccia che ho avuto il piacere di assaggiare durante le anteprime.

Vernaccia di San Gimignano anteprima 2009

La Vernaccia di San Gimignano 2009 è decisamente piacevole caratterizzata da un bel bouquet floreale, fruttata,  fine, persistente  sorretta da una buona acidità.  La Vernaccia Murice 2008 è invece  la loro selezione  a cui dedicano una vinificazione più estrattiva di aromi e complessita grazie alla permanenza sulle bucce per almeno 10 giorni alla temperatura di 22°C, ha un impatto aromatico ancor più complesso che si riconferma in bocca in cui è consistente  e ben equilibrato.

A parte la Vernaccia padron di casa a San Gimignano, non male neanche il loro Chianti Colli Senesi prodotto con uve sangiovese, canaiolo e ciliegiolo.

Parlando di abbinamento qualche giorno fa ho assaggiato una ribollita di mare e direi che l’accompagnerei volentieri con la loro Vernaccia.

Azienda Agricola Podere LA CASTELLACCIA
di Alessandro Tofanari

Via di Montauto, 18/A53037 – SAN GIMIGNANO – SIENA
Tel. e fax 0577 940426    cell. 348 9041344 – 392 9815752
info@lacastellaccia.itwww.lacastellaccia.it
Annunci

Read Full Post »

Non potevo perdermi a Roma Vini Naturali ….  la presenza di quei piccoli produttori di nicchia, che abbracciando un metodo il più possibile naturale, permettono ai nostri palati di ampliare e mettere in discussione ogni certezza gustativa omologata.

L’ampia varietà  di sensazioni olfattive e gustative dei vini che ho degustato e la gentilezza dei produttori, hanno ripagato la stanchezza del viaggio.

Ho trovato particolarmente interessante JAKOT 2004 di RADIKON che altro non è che il tokay friulano, furba e fantasiosa l’inversione delle lettere, la sua interpretazione è molto particolare  intenso ed ampio, abbraccia sensori di frutta a polpa bianca matura e sentori tostati dolci. In bocca è avvolgente e ben equilibrato.

Il SAUVIGNON 2006 di FRANCO TERPIN  mi ha sorpreso per la complessità dei suoi sentori perfettamente in equilibrio fra loro, in bocca corposo e avvolgente.

DONNA ROSA  2008 uva passerina 100%  e  il CESANESE DEL PIGLIO 2008 prodotti da La VISCIOLA  piccola azienda di poco più di 1 ettaro che fin dal 2006 ha scelto di affidarsi  alla  biodinamica.

Passerina 2008 La Visciola

Altri due prodotti che hanno da parlare di sé sono sicuramente il BIANCO 2007 (malvasia bianca di candia) e l’ARIETO 2007 (vermentino) di MASSAVECCHIA.

Che  eleganza  la BARBERA di CAPPELLANO e il suo BAROLO FRANCO DI PIEDE!!

Che carattere Il SP68 e il FRAPPATO di ARIANNA OCCHIPINTI.

Condivido inoltre la piacevolezza del FARO di BONAVITA che ho asssaggiato insieme a Marina così come  il TERRE SILVATE e  GLI EREMI tutti  e due VERDICCHIO dei Castelli di Jesi Class. Sup. LA DISTESA indicatomi da Evelina.

Tra un assaggio di gastronomia slovena e  salumi di carne d’Orso.. forse BIO!!!!!?? con gran piacere e sorpresa ho apprezzato particolarmente i vini di JOSKO RENCEL,  il REFOSCO 2005 e la versione PASSITO.

A proposito di gastronomia vorrei far i complimenti all’organizzazione perché i banchi di assaggio di formaggi e salumi sono stati un’ottima idea e da evidenziare  il Lardo spettacolare del LO SPICCHIO di Campiglia d’orcia (SI) certificato biologico,  il CASTELLINO latte vaccino della latteria Perenzin, il PUZZONE DI MOENA DI MALGA  Centro Operativo Formaggi Trentini tutti distribuito da Valsana e infine i pomodorini secchi e i carciofi dell’Antica Enotria di Luigi Di Tuccio .

Peccato che il tempo a disposizione sia volato via e i prodotti da assaggiare veramente tanti.

Comunque bellissima esperienza condivisa con  il gruppo iovino e tutti i produttori e amici.

…Simone hai proprio ragione  a Firenze manca un evento tutto al naturale!!!!!!!!

Read Full Post »